Riccardo Onori

Nato a Prato il 26/03/69

inizia a suonare all’età di 14 anni,studia Chitarra Classica per un periodo al conservatorio Scuola di Musica di Fiesole,poi si appassiona al Jazz e segue numerose Clincs con Pat Metheny,John Abercrombie,Jim Hall,Bill Frisell,Bruce Forman.
Tra 1989 e 1993,collabora con numerosi gruppi della a cena Fiorentina come:
Edipo e il suo complesso,Diaframma e i Gezz Zero Grup. Con questi gruppi incide numerosi dischi.
Nel 1994 Tramite un’audizione,entra a far parte dell’Orchestra Europea del Paese degli Specchi, diretta da Bruno Tommaso,Kenny Wheeler, George Russel and Ray Wharlight,Steve Coleman.
Da questa orchestra nasce anche un progetto parallelo chiamato lo Specchio Ansamble diretta da Domenico Caliri,questa band vincerà la Biennale di Bologna con il suo primo CD.
Con un trio a suo nome partecipa al concorso EuroJazz a Oristano e ottiene il 1° Premio.
Nel 1995 inizia a collaborare con i Dirotta su Cuba,con loro,oltre a prendere parte ai tour,incide anche due Cd e nel 1997 partecipa al 46°Festival di Sanremo con ospite Toots Thielemans
Con Stefano Bollani registra due dischi del progetto “L’Orchestra del Titanic” ,ottengono il 5° posto nel  referendum della rivista specializzata  “Musica Jazz”
Sempre con Bollani e Massimo Altomare,registra il Cd “Gnosi delle Fanfole” il disco consiste nel musicare le favole dell’omonimo libro di Fosco Maraini.
Nel 1997,Registra con Irene Grandi nel 1998 parte in tour con lei,la segue fino al 2000.
dal 2001 entra a far parte del team di Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti,da allora collabora con lui per parte Live e per le registrazioni,nonché alle composizioni di numerose canzoni.
Nel 2004 al 2006 Produce  dueAlbum della Camera Migliore per l’etichetta Due Parole di Carmen Consoli, “La Camera Migliore” e “Cari Miei”
Nel 2007 Incide il disco di Micol Barsanti “La Chiave del Sole”
nel frattempo ha collaborato con numerosi artisti della scena italiana e internazionale come: Eumir Deodato con il quale ha fatto numerosi concerti in Italia,Giappone,Austria.
Con Mike Patton ha collaborato alla registrazione di “Mondo Cane”,in seguito ad alcuni concerti in Italia e Olanda.
Con Giusy Ferreri a collaborato nei Cd “Gaetana” e “Fotografie”
Con Francesco Tricarico ha registrato nel Cd “L’imbarazzo”
Con Giorgia è Coautore del Brano “Tu Mi Porti Sù” insieme a Lorenzo Cherubini,contenuto nell’Album “Dietro L’Apparenza”
Altre collaborazioni  Max Gazzè, Alex Britti, Syria, Oracio Ernadez, Enrico Rava, Gianni Maroccolo, Ernestico Rodriguez, Marco Tamburini, Massimo Manzi, Jarabe de Palo, Paolino Della Porta, Fabrizio Sferra,Ben Harper,Michael Franti,Cesare Cremonini,Giuliano Sangiorgi,Luca Carboni,Planet Funk,Karima,Paolo Buonvino ecc ecc….
*
Tratto da Wikipedia
L’album del 2002, Il quinto mondo, conferma, anche per mezzo dei suoi singoli, l’equidistanza e
Jovanotti all’MTV Day 2007
l’equilibrio dei due poli della lirica di Jovanotti; la canzone d’amore (Ti sposerò) e l’impegno politico e sociale (Salvami). Salvami, in particolare, copre un ampio spettro di temi, dal pacifismo, allaglobalizzazione e la necessità di giustizia nei confronti del Terzo Mondo, all’ambientalismo, e fu citata da Tiziano Terzani nell’introduzione alle sue Lettere contro la guerra. Il video di Salvami è un collage di tutte le apparizioni nei programmi televisivi dove Jovanotti presentò il singolo. L’intenzione era quella di dimostrare che i media, e la televisione soprattutto potevano essere usati per buoni fini.
Il tour di Quinto mondo, iniziato ad Ancona il 17 aprile e concluso a Roma il 1 giugno[3], fu caratterizzato dalla presenza sul palco di 17 musicisti: Jovanotti fu accompagnato da basso, batteria, chitarra, due tastieristi, tre coriste, quattro fiati e tre percussionisti.
Il “Quinto Mondo Tour” fu presentato in una data extra il 30 luglio 2002 presso il Santuario di San Gabriele dell’Addolorata ad Isola del Gran Sasso in provincia di Teramo in occasione del concerto-evento “Una Montagna di Musica per l’Acqua”[4], promosso dalle Province di Teramo,Pescara e Ascoli Piceno per la tutela delle acque del Gran Sasso e contro la costruzione del terzo traforo[5] in concomitanza con l’anno internazionale della montagna promosso dall’ONU e dalla FAO.[6] Il concerto si svolse su un palco di 231 metri quadri con la presenza di circa 30.000 persone e con una super band di 17 elementi composta da Jovanotti, Saturnino Celani al basso, Pier Foschi alla batteria, Riccardo Onori alle chitarre, Giovanni Allevi al pianoforte, Stefano Cecere alle tastiere, Peu Meurray e Boghan Costa alle percussioni dirette da Ernestico Rodriguez, dalle coriste June Hamm, Lorraine Barnes e Paula Clarke e dalla sezione fiati composta da Dario Cecchini al sax e flauto, Luca Marianini al flicorno e tromba, Piero Odorici al sax alto e flauto e Giuseppe Di Benedetto al trombone tutti diretti da Marco Tamburini.[7] Per la sua partecipazione all’evento contrario al terzo traforo sotto il Gran Sasso la provincia dell’Aquila cancellò il concerto di Jovanotti che si sarebbe dovuto svolgere all’interno dei festeggiamenti per la Perdonanza Celestiniana e lui rispose a questa “censura” con una lettera aperta.[8]
Nel 2003, sotto l’egida della sua casa discografica, Jovanotti diede vita a un progetto musicale alternativo, spiccatamente latino americano, dal nome Collettivo Soleluna – Roma (Progetto alternativo), che ebbe un buon successo con il brano A vida (Roma).
L’album Buon sangue (2005) secondo alcuni appare una conferma della maturità raggiunta dal cantante, che si è avvalso di collaboratori prestigiosi (Edoardo Bennato, ma anche i Planet Funk e Danilo dei Negramaro nel brano Falla girare) ed è balzato al primo posto in classifica, trainato dal successo dei singoli (Tanto)³ e Mi fido di te; insieme alla versione standard di Buon Sangue è uscita anche una limited edition composta da due cd: il già citato Buon Sangue, più Extra F.U.N.K, cd contenente arrangiamenti alternativi e spezzoni tagliati e canzoni che non hanno trovato posto nel cd originale.
Nel 2006 è uscito Buon Sangue Live, un DVD con 40 minuti di contenuti e retroscena sull’ultimo tour del cantautore italiano e il concerto svolto a Milano.
Il 18 gennaio 2008 è uscito il disco, Safari, registrato tra Cortona, Los Angeles, Milano, Hannover,Berlino e Rio de Janeiro, anticipato il 7 dicembre dal singolo Fango, che si avvale della collaborazione alla chitarra di Ben Harper.
Jovanotti
Nel maggio del 2008, Fango si è aggiudicata la prima edizione del premio Mogol, riconoscimento destinato all’autore del miglior testo dell’anno da una giuria presieduta dallo stesso Mogol. Il 7 marzo è uscito il singolo A te, secondo singolo di Safari. Questo brano è stato caratterizzato da un grandissimo successo in Italia, ed è stato in testa alle classifiche italiane per molte settimane. Il 12 maggio è partito da Rimini il Safari Tour, che ha attraversato palasport e stadi per tutta l’estate. Il 4 luglio è uscito il singolo omonimo dell’album, “Safari”. Il 20 ottobre è stato pubblicato il quarto singolo di Safari, “Come musica”. Il 23 gennaio 2009 è stato pubblicato il quinto singolo dell’album, “Mezzogiorno”.
Safari è stato eletto album dell’anno 2008, con più di mezzo milione di copie vendute.[9]
Jovanotti ha scritto il testo del brano Più sole, che ha gareggiato al Festival di Sanremo 2009 cantato da Nicky Nicolai & Stefano Di Battista. Ha anche girato il primo social-clip della storia su Mezzogiorno. Ha radunato insieme a Giuliano Sangiorgi dei Negramaro più di 50 star della musica italiana per incidere Domani 21/04.09, brano dedicato ai terremotati dell’Abruzzo, in cui Lorenzo ha inciso un rap. Il 15 maggio 2009 è stato pubblicato il sesto singolo dell’album, Punto, con la partecipazione di Sergio Mendes. Il 12 giugno è uscito il nuovo album di J-Ax “Deca Dance”, con anche la collaborazione di Jovanotti, nella canzone Vecchia Scuola. Dopo un fortunatissimo tour a New York nell’estate 2009, il 4 dicembre è uscito un cd+dvd delle serate intitolato “OYEAH” solo per il mercato americano (in Italia è acquistabile su ITunes).
Gli anni 2010 e l’album Ora [modifica]
L’8 gennaio 2010 esce Baciami ancora, colonna sonora dell’omonimo film di Gabriele Muccino con la quale si aggiudica il David di Donatellocome “migliore colonna sonora originale” . Collabora con Cesare Cremonini alla realizzazione del singolo Mondo, uscito il 23 aprile 2010. Realizza inoltre con Marco Tamburini la nuova colonna sonora per il film “Sangue e Arena” con Rodolfo Valentino edito dalla casa discografica Ermitage per il Gruppo L’Espresso con la produzione di Gianni Salvioni. Il progetto ottiene l’approvazione del CNC – Centre National du Cinema di Parigi (commissione del 29 aprile 2011) che riconosce il valore culturale dell’iniziativa e diventa partner nella produzione per il mercato francese.
Durante la preparazione del suo nuovo album ha intrapreso due brevi tour nel Nordamerica: il primo dal 22 aprile al 6 maggio ha toccatoWashington, New York, Boston, Filadelfia, Montreal, Toronto e Chicago (tutte le date sold out); il secondo dal 21 luglio al 31 luglio Viper room a Hollywood, Santa Monica, San Francisco e Central Park.
Ad ottobre 2010 è stata annunciata l’uscita nel 2011 dell’album intitolato Ora. Il tutto è anticipato da diverse iniziative online sul suo sito e sui social network ai quali è legato (Facebook, Ping e Twitter) come “La fabbrica delle nuvole” (una serie di fumetti scaricabili dal suo sito ufficiale) e i “Jovaiku” (video di breve durata realizzati da Lorenzo, trasmessi sul sito uno al mattino e uno al pomeriggio fino al 3 dicembre).
Il 30 novembre esce nelle librerie “Viva tutto!”, libro formato dalla corrispondenza per e-mail fra Jovanotti ed il filosofo suo amico Franco Bolelli, inviate durante la produzione dell’album in uscita.
Il 3 dicembre esce il singolo Tutto l’amore che ho, corredato da un video pubblicato in anteprima su Facebook il pomeriggio precedente.
Il 25 gennaio 2011 esce l’album Ora.
L’11 marzo esce il singolo Le tasche piene di sassi, che nel giugno successivo si aggiudica la quarta edizione del Premio Mogol.
Il 16 aprile è partito da Rimini l'”Ora Tour”, uno spettacolo, arricchito da una scenografia curata e particolare, con tanti effetti speciali, giochi di luce e cambi d’abito, che andrà avanti per tutto l’anno, fino a dicembre in cui il tour viene concluso a Roma. Il tema presentato dallo stesso Jovanotti si pone come un viaggio nel cosmo, percorso attraverso le sue canzoni ed un insieme di video e giochi di luce. L’introduzione comincia proprio con un video in cui si vedono delle stelle muoversi secondo l’effetto cinematografico di una navicella in viaggio ed è presentato da un breve asporto di video registrato da Piero Angela, il conduttore televisivo del noto documentario Super Quark. La famosa barca, rappresentata nella copertina dell’album Ora disegnata sulla faccia di Jovanotti, e posta nel video all’inizio del concerto formatasi con delle linee che univano varie stelle, come affermato dallo stesso cantante rappresenta il simbolo del viaggio per eccellenza. Questo album presentato dal cantante toscano presenta un elevato contenuto di “visione spirituale” del mondo attraverso la musica, data dal tranquillo, profondo e antico rapporto dell’uomo con il sole, la luna, le stelle e gli elementi della terra. Lo stesso Jovanotti durante il concerto ne espone il messaggio al pubblico. L’ “Ora Tour” subisce una brusca interruzione il 12 dicembre 2011, quando durante i preparativi per la tappa di Trieste, in particolare durante il montaggio del palcoscenico, la struttura è crollata travolgendo alcuni operai che in quel momento si trovavano al di sotto. Un operaio ha perso la vita in questa triste circostanza ed altri sono rimasti feriti. Jovanotti ha affidato a “Twitter” le sue prime reazioni:
Le date del tour sono state ovviamente rimandate. Il tour si conclude nel marzo 2012 a Bologna. Nel 2012 tiene concerti negli Stati Uniti d’America.
Il 27 maggio 2011 esce il singolo Il più grande spettacolo dopo il Big Bang.
L’11 giugno Jovanotti è il primo italiano a suonare sul palco del Bonnaroo Music Festival aManchester, Tennessee.[12] Nel 2011 scrive anche il brano Tu mi porti su per la cantautrice italiana Giorgia, contenuto nel disco di inediti della cantante, Dietro le apparenze.
Il 9 settembre esce il quarto singolo, La notte dei desideri. Il 25 novembre esce il quinto e ultimo singolo, Ora.
Il 29 novembre esce l’album Ora nella versione Special Super Deluxe Box contenente anche il DVD live del tour e un documentario con il backstage.
Il 6 marzo 2012 esce nelle edicole l’album live Lorenzo in concerto – per Jovanotti e Orchestra, testimonianza del concerto tenuto nel Teatro antico di Taormina il 3 settembre 2011, arrangiato e diretto da Paolo Buonvino con l’orchestra Roma Sinfonietta. Contiene anche una bonus track registrata con l’orchestra in studio. Nella versione di iTunes è disponibile anche un video-documentario.
Dopo l’uscita di “back up”,la raccolta dei brani più famosi di Jovanotti,stiamo preparando il nuovo tuor negli Stadi.
Sempre con Jovanotti partecipa al Rock in Rio e al lollapalooza Cile e Argentina
Nel 2014 partecipa al festival Au desert in collaborazione con Fabbrica Europa.
Related Projects